All Rights Reserved 2013 Rifugio A.Tissi P.iva 01049870254

Benvenuto

Il rifugio intitolato alla memoria dell'alpinista e patriota Attilio Tissi, scomparso nel 1959 in seguito ad un incidente sulle Tre Cime di Lavaredo, è situato in vetta al Col Reàn, a 2.250 m di quota, in posizione panoramica sulla parete nord-ovest della Civetta, regina del sesto grado a partire dalla metà degli Anni Venti. Inaugurato nel 1963, la struttura di proprietà delCAI della Sezione di Belluno è tappa della Monaco - Venezia e sorge sul percorso dell'Alta Via n. 1 delle Dolomiti. Dalla croce del Col Reàn si può godere di una vista mozzafiato sul sottostante Lago di Alleghe e su gran parte dei principali gruppi montuosi delle Dolomiti: Marmolada, Sella, Col di Lana, Fànes, Lagazuoi, Tofane, Dolomiti Ampezzane e Pelmo.

Il Civetta

Nel lato a nord-ovest è caratterizzata da un'impressionante parete verticale con un dislivello di più di 1000 metri ed una lunghezza di circa 4 km, tra la "cima Su Alto" e la "Torre Coldai". È chiamata nell'ambiente alpinistico "la parete delle pareti", sulla quale scorrono alcune famosissime vie, tra le quali la Solleder-Lettembauer, la Philip-Flamm, la via dei 5 di Valmadrera e altri itinerari di elevata difficoltà alpinistica.
“Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirsi buoni e il sollievo di dimenticare le miserie terrene. Tutto questo perché siamo più vicini al cielo”. Emilio Comici
Rifu
issi
io
g
T
Fam. Bellenzier
mt.2.250
L'alta via n. 1 (in tedesco Höhenweg Nr. 1), la classica, è un percorso lungo circa 150 km, situato sulle Dolomiti orientali, che parte dal lago di Braies e arriva a Belluno. Il sentiero, noto anche come Alta Via 1 Dolomitica, è segnalato con un triangolo blu, all'interno del quale è segnato il numero 1. Braies (Prags) può essere raggiunta con il pullman e Belluno sia con il treno che con il pullman. Il tragitto è percorso anche da molti escursionisti che fanno il viaggio Monaco-Venezia a piedi. Questa è la classica alta via nelle Dolomiti, e anche la più facile. Diventa leggermente più difficile procedendo verso sud, ma l'unica parte che può presentare delle difficoltà è la discesa da Schiara, che può essere evitata. Sono richiesti circa 10-15 giorni per completare l'intera via. Un giorno tipico sulla via potrebbe richiedere circa sette ore di cammino, con ascese e discese di circa 800 metri. Può essere effettuata durante il periodo luglio-settembre, quando dovrebbe essere in gran parte libera dalla neve.
© All Rights Reserved 2013 Rifugio A.Tissi P.iva 01049870254

Benvenuto

Il rifugio intitolato alla memoria dell'alpinista e patriota Attilio Tissi, scomparso nel 1959 in seguito ad un incidente sulle Tre Cime di Lavaredo, è situato in vetta al Col Reàn, a 2.250 m di quota, in posizione panoramica sulla parete nord-ovest della Civetta, regina del sesto grado a partire dalla metà degli Anni Venti. Inaugurato nel 1963, la struttura di proprietà delCAI della Sezione di Belluno è tappa della Monaco - Venezia e sorge sul percorso dell'Alta Via n. 1 delle Dolomiti. Dalla croce del Col Reàn si può godere di una vista mozzafiato sul sottostante Lago di Alleghe e su gran parte dei principali gruppi montuosi delle Dolomiti: Marmolada, Sella, Col di Lana, Fànes, Lagazuoi, Tofane, Dolomiti Ampezzane e Pelmo.

Il Civetta

Nel lato a nord-ovest è caratterizzata da un'impressionante parete verticale con un dislivello di più di 1000 metri ed una lunghezza di circa 4 km, tra la "cima Su Alto" e la "Torre Coldai". È chiamata nell'ambiente alpinistico "la parete delle pareti", sulla quale scorrono alcune famosissime vie, tra le quali la Solleder-Lettembauer, la Philip-Flamm, la via dei 5 di Valmadrera e altri itinerari di elevata difficoltà alpinistica.
“Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirsi buoni e il sollievo di dimenticare le miserie terrene. Tutto questo perché siamo più vicini al cielo”. Emilio Comici
Rifu
issi
io
g
T
Fam. Bellenzier
mt.2.250
L'alta via n. 1 (in tedesco Höhenweg Nr. 1), la classica, è un percorso lungo circa 150 km, situato sulle Dolomiti orientali, che parte dal lago di Braies e arriva a Belluno. Il sentiero, noto anche come Alta Via 1 Dolomitica, è segnalato con un triangolo blu, all'interno del quale è segnato il numero 1. Braies (Prags) può essere raggiunta con il pullman e Belluno sia con il treno che con il pullman. Il tragitto è percorso anche da molti escursionisti che fanno il viaggio Monaco-Venezia a piedi. Questa è la classica alta via nelle Dolomiti, e anche la più facile. Diventa leggermente più difficile procedendo verso sud, ma l'unica parte che può presentare delle difficoltà è la discesa da Schiara, che può essere evitata. Sono richiesti circa 10-15 giorni per completare l'intera via. Un giorno tipico sulla via potrebbe richiedere circa sette ore di cammino, con ascese e discese di circa 800 metri. Può essere effettuata durante il periodo luglio- settembre, quando dovrebbe essere in gran parte libera dalla neve.
© All Rights Reserved 2013 Rifugio A.Tissi P.iva 01049870254

Benvenuto

Il rifugio intitolato alla memoria dell'alpinista e patriota Attilio Tissi, scomparso nel 1959 in seguito ad un incidente sulle Tre Cime di Lavaredo, è situato in vetta al Col Reàn, a 2.250 m di quota, in posizione panoramica sulla parete nord-ovest della Civetta, regina del sesto grado a partire dalla metà degli Anni Venti. Inaugurato nel 1963, la struttura di proprietà delCAI della Sezione di Belluno è tappa della Monaco - Venezia e sorge sul percorso dell'Alta Via n. 1 delle Dolomiti. Dalla croce del Col Reàn si può godere di una vista mozzafiato sul sottostante Lago di Alleghe e su gran parte dei principali gruppi montuosi delle Dolomiti: Marmolada, Sella, Col di Lana, Fànes, Lagazuoi, Tofane, Dolomiti Ampezzane e Pelmo.

Il Civetta

Nel lato a nord-ovest è caratterizzata da un'impressionante parete verticale con un dislivello di più di 1000 metri ed una lunghezza di circa 4 km, tra la "cima Su Alto" e la "Torre Coldai". È chiamata nell'ambiente alpinistico "la parete delle pareti", sulla quale scorrono alcune famosissime vie, tra le quali la Solleder- Lettembauer, la Philip-Flamm, la via dei 5 di Valmadrera e altri itinerari di elevata difficoltà alpinistica.
“Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirsi buoni e il sollievo di dimenticare le miserie terrene. Tutto questo perché siamo più vicini al cielo”. Emilio Comici
Rifu
issi
io
g
T
Fam. Bellenzier
mt.2.250
L'alta via n. 1 (in tedesco Höhenweg Nr. 1), la classica, è un percorso lungo circa 150 km, situato sulle Dolomiti orientali, che parte dal lago di Braies e arriva a Belluno. Il sentiero, noto anche come Alta Via 1 Dolomitica, è segnalato con un triangolo blu, all'interno del quale è segnato il numero 1. Braies (Prags) può essere raggiunta con il pullman e Belluno sia con il treno che con il pullman. Il tragitto è percorso anche da molti escursionisti che fanno il viaggio Monaco-Venezia a piedi. Questa è la classica alta via nelle Dolomiti, e anche la più facile. Diventa leggermente più difficile procedendo verso sud, ma l'unica parte che può presentare delle difficoltà è la discesa da Schiara, che può essere evitata. Sono richiesti circa 10-15 giorni per completare l'intera via. Un giorno tipico sulla via potrebbe richiedere circa sette ore di cammino, con ascese e discese di circa 800 metri. Può essere effettuata durante il periodo luglio-settembre, quando dovrebbe essere in gran parte libera dalla neve.